||Vacanza, Tristezza, Depressione, Isolamento

Vacanza, Tristezza, Depressione, Isolamento

2019-07-03T15:46:12+00:0003.07.2019|

Sembra brutto accostare la vacanza a questi temi, ma mi occupo di persone che soffrono e soffrono in diversi modi: fisici, psicologici, relazionali, problemi educativi e difficoltà varie. Molte persone soffrono di “isolamento”. Anche qui come ho detto altre volte le persone vengono per diversi motivi o sintomi particolari, ma tante volte la tristezza le difficoltà relazionali e la depressione sono determinate dall’isolamento

Il tema dell’isolamento può essere affrontato a diversi livelli di profondità, qui voglio considerare un primo livello quello interpersonale; dell’isolamento intrapersonale ed esistenziale ve ne parlerò nei prossimi post. Anche se tutti questi sono connessi e influenzati uno dall’altro.
L’isolamento interpersonale nel suo modo più complesso è determinato disturbi di personalità o da disturbi cognitivi. Ma non è detto che questi siano i casi clinici più difficili: le difficoltà relazionali e l’incapacità di vera intimità, dovute ad esperienze educative particolari, sono più spesso argomento di psicoterapia. Queste modalità educative infarciscono fin da piccoli di diffidenza e mancanza di fiducia negli altri, ciò fa sì che le persone siano più attente a cosa fanno e dicono gli altri invece che ascoltare di più le proprie emozioni e i sentimenti, bloccando così con le paure il proprio slancio verso gli altri, e riducendo a poco la loro vita affettiva. Qualche volta l’isolamento viene dalle limitazioni geografiche, paesini mal collegati e mentalità ristretta, ma a volte, più spesso nelle città, sono la caduta o la mancanza dei valori di comunità: familiare, civile o religiosa, a determinare l’isolamento. Le persone non hanno avuto o hanno perso la capacità di stabilire e coltivare legami e il tempo non fa che aumentare e irrigidire le paure verso l’altro, perdono fiducia nella propria capacità di migliorare la situazione. In concomitanza con le vacanze l’isolamento gestito in qualche modo durante l’anno, magari col lavoro, si fa più vivo e penoso. È difficile ripristinare il coraggio nelle relazioni e riorganizzare la propria vita, senza fare un po’ di terapia.

Dott. Giampiero Bonacina – Psicoterapeuta e Psicologo Lecco
via San Martino, 5 – 23868 Valmadrera (LC)
Tel. +39 338.3545505 | www.dottorbonacinapsicologo.it